Recensione GEN 5 175 M - PRO 2 168 H - PRO 1 168 H

Le vostre opinioni, domande sulla tecnica, il carving estremo, e eventi

Moderators: Arnaud, nils, fivat, rilliet, Alex, Silber

Post Reply
User avatar
maxdelay
Rank 5
Rank 5
Posts: 758
Joined: Friday 1 December 2006, 12:04
Location: Pontedera (Pisa)

Recensione GEN 5 175 M - PRO 2 168 H - PRO 1 168 H

Post by maxdelay » Wednesday 4 January 2017, 19:03

Data 31/12/2016 e 01/01/2017
Località Top secret :)
Condizioni neve Neve naturale invernale
Pista Top secret ... assolutamente nera :)
E-carver Maxdelay

Il 31 dicembre 2016 e il 1 gennaio 2017 grazie ad Arnaud ho potuto provare le 2 tavole di prossima uscita ovvero la Swoard Extremecarver Gen 5, la Swoard Extremecarver Pro 2.
Inoltre ho provato anche la Swoard Extremecarver Pro 1.
Premesso che io utilizzo da molti anni la Swoard Extremecarver Gen 3 lunghezza 175 flex M (primo modello ovvero quello senza la parte in alluminio in coda) e non ho MAI cambiato tavola la mia recensione sarà basata sul confronto tra la mia tavola e le altre che vi ho elencato sopra .... dunque cominciamo....

Swoard Extremecarver Gen 5 lunghezza cm 175 flex M
Rispetto alla mia tavola ho immediatamente sentito una maggiore dinamicità dovuta alla costruzione interna ATC Carbonio e Kevlar infatti ho dovuto immediatamente ricalibrare i tempismi del push-pull e rotazione.
I cambi lamina sono più rapidi e la maggiore elasticità se sfruttata bene in fase di curva rende più semplice e rapida la fase di pull in "uscita di curva".
Altra grande differenza che ho sentito è il lavoro della punta molto più "aggressiva" che entra molto di più nella neve aprendo il "binario" e rendendo molto più stabile la carvata. Questo l'ho notato soprattutto nella fase finale della curva in back dove spingendo con la spalla per avere la massima rotazione potevo iniziare molto prima la fase di pull delle gambe e quindi potendo impostare immediatamente la curva in front con le gambe completamente compresse dall'elasticità della tavola.
Conclusioni
Nel passaggio dalla Gen 3 alla Gen 5 stessa lunghezza (175 cm), stesso flex (M) e mantenendo gli stessi angoli degli attacchi e la stessa distanza (setup identico) sono stati fatti notevoli miglioramenti dinamici, elastici, di stabilità in curva e minori vibrazioni. La maggiore differenza è il lavoro eccezionale che fa la punta in curva e soprattutto nella fase finale della curva prima della transizione dal back al front e dal front al back.

Swoard Extremecarver Pro 2 lunghezza cm 168 flex H
Nel pomeriggio dello stesso giorno ho provato la Pro 2 168 H.... dunque stesse condizioni di neve stessa pista... stesso setup degli attacchi e stesso passo.
La tavola ha costruzione interna ATC Metal (Titanal ® mm 0.40), ho iniziato piano credendo che con una tavola più corta di 7 cm la tenuta sarebbe stata minore, invece con grande sorpresa dopo poche curve sul ripido ho capito che aveva molta più tenuta ed allora ho osato di più soprattutto nella spinta.
La tavola è molto più reattiva nei cambi e molto meno faticosa rispetto a una 175 .... mi sono trovato subito benissimo con il setup come se avessi sempre usato quella tavola tanto da dubitare che il passo di 51,5 cm sulla mia 175 fosse troppo poco..... (farò dei test a proposito)
Le vibrazioni sono assorbite molto bene dalla tavola e quindi le gambe lavorano meno e meglio.
Inutile dire che nei canaletti stretti gira di più ed è più rapida.
Rispetto alla 175 gen 5 M lavora diversamente non ho avuto la sensazione della punta che "scava" ma più di un appoggio uniforme su tutto l'arco della tavola come se facesse un arco in flessione più "rotondo".
Questa è la tavola che mi è piaciuta di più grande tenuta, feeling immediato, minor affaticamento.

Swoard Extremecarver Pro 1 lunghezza cm 168 flex H
Il giorno successivo Arnaud mi ha messo a disposizione la tavola che lui stesso aveva utilizzato il giorno prima la Pro 1 168 H.
Ovviamente nel corso della notte le piste sono state battute dunque le condizioni seppur simili non erano uguali e anche la stanchezza era maggiore dopo il "confit du canard" della notte :)
Costruzione interna ATC Metal (Titanal ® mm 0.30) ho riscontrato un comportamento molto simile alla Pro 2 (che è stata sviluppata da questa) mantiene tutti gli aspetti positivi sopra descritti.
Confrontando la Pro 1 e 2 la mia sensazione personale è che la Pro 1 sia più sensibile alle imperfezioni del terreno ma soprattutto ammette in misura minore i ritardi nei movimenti (pena i soliti saltellamenti di fine curva che tutti conoscete). Dunque è una tavola ottima per l'EC ma bisogna avere una tecnica perfetta (o quasi) la Pro 2 sembra "perdonare" di più questo tipo di errore.
Con il flex H anche spingendo forte nel Pull risulta molto scorrevole e non ho avuto quella sensazione della tavola molto flessa che chiude la curva di colpo ma di una tavola molto progressiva che in un attimo torna sotto agevolando la curva successiva.

Maxdelay
Swoard 175 M 000347 + F2 race Titanium
Head Stratos Pro @ ACCS + Northwave .350 @ ECCS

User avatar
maxdelay
Rank 5
Rank 5
Posts: 758
Joined: Friday 1 December 2006, 12:04
Location: Pontedera (Pisa)

Re: Recensione GEN 5 175 M - PRO 2 168 H - PRO 1 168 H

Post by maxdelay » Wednesday 4 January 2017, 19:03

Tavole in test
La tavola a destra è la PRO 2 ma ancora non ha la grafica definitiva
Attachments
IMG-20161230-WA0010.jpg
Swoard 175 M 000347 + F2 race Titanium
Head Stratos Pro @ ACCS + Northwave .350 @ ECCS

User avatar
jax
Rank 5
Rank 5
Posts: 3170
Joined: Thursday 17 January 2008, 21:42
Location: Roma/Abruzzo
Contact:

Re: Recensione GEN 5 175 M - PRO 2 168 H - PRO 1 168 H

Post by jax » Thursday 5 January 2017, 8:40

Ottime info
You take the red pill-you stay in Wonderland,I show you how deep the rabbit-hole goes
www.carvers.it

User avatar
jax
Rank 5
Rank 5
Posts: 3170
Joined: Thursday 17 January 2008, 21:42
Location: Roma/Abruzzo
Contact:

Re: Recensione GEN 5 175 M - PRO 2 168 H - PRO 1 168 H

Post by jax » Thursday 5 January 2017, 8:46

Ottime recensioni, grazie.
You take the red pill-you stay in Wonderland,I show you how deep the rabbit-hole goes
www.carvers.it

User avatar
mastermar
Rank 5
Rank 5
Posts: 282
Joined: Thursday 29 January 2009, 23:27
Location: San Miniato >Cimone

Re: Recensione GEN 5 175 M - PRO 2 168 H - PRO 1 168 H

Post by mastermar » Thursday 5 January 2017, 9:03

Ottime recensioni, attendevamo queste info. :clap3:
Mariano

SWOARD 3G 175 M 00480

User avatar
gio 73
Rank 5
Rank 5
Posts: 286
Joined: Saturday 22 January 2011, 14:40
Location: milano

Re: Recensione GEN 5 175 M - PRO 2 168 H - PRO 1 168 H

Post by gio 73 » Thursday 5 January 2017, 10:13

Quindi scendi di misura alla Bradipo maniera?
Visto che ho la Pro e sul duro la sento instabile meglio la 2 ? :hello:
Swoard EC Pro 168 M #00230# ,
Upz RC10+ DGSS ( by Drupi )
PHK 46 + RUBBER PLATE

User avatar
Arnaud
Administrator
Administrator
Posts: 3111
Joined: Friday 24 January 2003, 9:00
Location: Paris - IdF 95

Re: Recensione GEN 5 175 M - PRO 2 168 H - PRO 1 168 H

Post by Arnaud » Thursday 5 January 2017, 11:40

Gio wrote:Quindi scendi di misura alla Bradipo maniera?
Ciao Gio

Si, oggi una misura più corta è interessante.
Nel passato, con le prime generazioni, era spesso consigliato prendere una tavola più lungha per avere una lamina più lunga e quindi una migliora tenuta.
Adesso con l'evoluzione della costruzione, sia Pro che Gen 4 / 5, non è più necessario. Con una tavola più corta, hai la stessa tenuta e di più hai una tavola più maneggevole, con meno inertia e meno faticosa. Secondo me è un miglior compromesso.

Maxdelay aveva gli Head 28.5 e con angoli 48/55° gli scarponi non sporgono dalla tavola, anche sulla neve dura che abbiamo incontrato. Quindi gli consiglio una 168 invece della 175.
Swoard EC Pro 168H - 168H G1- Dual 168 - Donek Axis 172

User avatar
mastermar
Rank 5
Rank 5
Posts: 282
Joined: Thursday 29 January 2009, 23:27
Location: San Miniato >Cimone

Re: Recensione GEN 5 175 M - PRO 2 168 H - PRO 1 168 H

Post by mastermar » Thursday 5 January 2017, 12:01

Arnaud wrote:
Maxdelay aveva gli Head 28.5 e con angoli 48/55° gli scarponi non sporgono dalla tavola, anche sulla neve dura che abbiamo incontrato. Quindi gli consiglio una 168 invece della 175.
E chi ha un 29,5?
Con gli stessi angoli 48/55° la 168 e' troppo stretta vero?
Mariano

SWOARD 3G 175 M 00480

User avatar
Arnaud
Administrator
Administrator
Posts: 3111
Joined: Friday 24 January 2003, 9:00
Location: Paris - IdF 95

Re: Recensione GEN 5 175 M - PRO 2 168 H - PRO 1 168 H

Post by Arnaud » Thursday 5 January 2017, 12:09

mastermar wrote:E chi ha un 29,5?
Con gli stessi angoli 48/55° la 168 e' troppo stretta vero?
Penso di si. Il 28.5 Head è la taglia massima per questo scafo. 29.5 è uno scafo più grande. Quindi secondo me, meglio la 175.
Swoard EC Pro 168H - 168H G1- Dual 168 - Donek Axis 172

User avatar
maxdelay
Rank 5
Rank 5
Posts: 758
Joined: Friday 1 December 2006, 12:04
Location: Pontedera (Pisa)

Re: Recensione GEN 5 175 M - PRO 2 168 H - PRO 1 168 H

Post by maxdelay » Thursday 5 January 2017, 12:11

Ciao Gio, la Pro 2 sul duro l'ho sentita più stabile della Pro 1.
Swoard 175 M 000347 + F2 race Titanium
Head Stratos Pro @ ACCS + Northwave .350 @ ECCS

User avatar
gio 73
Rank 5
Rank 5
Posts: 286
Joined: Saturday 22 January 2011, 14:40
Location: milano

Re: Recensione GEN 5 175 M - PRO 2 168 H - PRO 1 168 H

Post by gio 73 » Thursday 5 January 2017, 12:50

Ummmmm diavoli tentatori!!!!!
Swoard EC Pro 168 M #00230# ,
Upz RC10+ DGSS ( by Drupi )
PHK 46 + RUBBER PLATE

Post Reply