Swoard Stoke: impressioni non tecniche, ma impressionanti!

Le vostre opinioni, domande sulla tecnica, il carving estremo, e eventi

Moderators: fivat, rilliet, Arnaud, nils, Silber, Alex

Post Reply
User avatar
bradipo
Rank 5
Rank 5
Posts: 226
Joined: Saturday 29 August 2009, 23:59
Location: Gressan Aosta

Swoard Stoke: impressioni non tecniche, ma impressionanti!

Post by bradipo » Saturday 14 January 2023, 10:33

Ciao a tutti!
Non sono un tecnico delle tavole, ma surfo da anni e quindi mi lancio in un commento, come detto, non tecnico ma che può magari essere utile a chi è un po' hardista e un po' sofficino come me.
Ho usato abbastanza tavole soft e hard in questi anni e la nuova Stoke, che uso da pochi giorni, mi ha veramente impressionato! :clap2:
Cominciamo dai dati: Stoke 154 M, per piedoni non oltre il 43, recita il vangelo Swoard, e peso 65/80 kg, larga in centro 26.6.
Io peso circa 69/70 kg, sono alto 174 cm e porto scarpazze 41, 8, 26.5 mondo, Burton Driver X (con linguetta aggiunta).
Il mio settaggio è con passo 51 cm (indicati sulla tavola: grazie Arnaud!), angoli 27/33 circa, cioè il minimo perché i miei attacchi Burton c60 (belli duri come ci vogliono su questa tavola) con archetto posteriore maledetto non escano o piuttosto non tocchino la neve. :mrgreen:
Con questo settaggio (cioè piedi dentro) la tavola è straordinaria: agilissima ovunque (in push-pull naturalmente), quasi un serpente sulle gobbe e sulle "patate", che sembra non "cagare di striscio", :silly: per essere chiari ed eleganti.
Sul duro stabilissima e fuori dal comune sulle placche ghiacciate :mrgreen: dove la tavola derapa sì, ma con un controllo totale, da non credere! :bravo:
Ma ma ma, qui sta il bello, con corretta tecnica Ec, ben marcata ma progressiva e senza strappi, permette di concatenare curve sdraiate :bravo: senza problemi, quasi, diciamo quasi come con hard e Pro2.
Perché è il rider che deve fare tutto, la tavola è larga e il cambio non è in "rimbalzo". :naughty:
Ma è impagabile :pray2: in giornate dubbie, in cui si può (forse) carvare e forse no, la battitura non è da biliardo e ti fai due tre sdraioni al mattino e poi prosegui senza alcuna fatica :clap2: nel resto del giorno. Sottolineo: senza alcuna fatica, che è il dato di base della Stoke.
C'è frescazza fuori pista o qualche pista non battuta: perfetta pure li! :clap3:
Solo se vai sul ripido per andare ottimamente devi cambiare il settaggio e passare a un freeraidesco 0/15 o 6/21: sai che fatica con una cacciavite portatile in tasca! :roll:
Insomma un grande risultato e veri complimenti a Guru e San Pietro: quando ce vo' ce vo'.... :pray2: :pray2: :pray2:
Lay down to pleasure
Bastian Contrary but forced to classical set by continual crashes...

Post Reply